I quaderni di Amina

di Fuad Aziz*

Abbiamo scelto questa immagine, tratta dal libro “Sole e Mare” dell’illustratore, poeta e favolista di origini curde Fuad Aziz, per il contenitore del blog dedicato alle bambine e ai bambini: tutti i dettagli in alto nel “Chi siamo”. E non dimentichiamo che «6 milioni di bambini in Siria vivono in condizioni drammatiche. Più di 2 milioni e mezzo sono stati costretti a scappare a causa della guerra che ha devastato il Paese in questi 5 anni» (https://terredeshommes.it/bambini-in-fuga/)

Una bambina in fuga tra la macerie dopo un bombardamento, alla ricerca dei suoi quaderni.

La storia di Amina è stata ispirata da un evento reale ma, quello che accade a lei, accade purtroppo molto spesso in tante altre parti del mondo.

Spesso, dopo i bombardamenti, le famiglie i bambini, che hanno avuto la fortuna di essere ancora vivi, vanno a recuperare quello che resta delle loro case.

Accade che i bambini vadano a cerare fra le macerie i loro quaderni di scuola, pensando proprio alla scuola stessa, alla maestra o al maestro e fanno questo per il desiderio di continuare.

La guerra non è solo quello che si vede in tv dove partono gli aerei con missili a bordo o dove si vede il fumo nero che si alza sopra le case, la guerra è anche e soprattutto quello che resta di rovine, di storie, di anime ferite.

La guerra, infatti, è un dramma che annienta ogni ricordo, che distrugge l’ambiente, le persone, la vita.

Io ho vissuto la guerra e quindi posso parlare di questa tragedia umana che ancora, purtroppo, è una realtà in tante parti del mondo.

*Tratto da “Sole e Mare” di Fuad Aziz (Matilda Editrice, 2016).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...