Primo Marzo 2010: Sciopero degli stranieri – le promotrici sono quattro donne

Sono quattro donne le promotrici del primo sciopero degli immigrati italiano indetto per lunedì 1° marzo. Lo sottolinea un articolo di Giulia Cerqueti nel numero di Famiglia Cristiana in edicola.

Hanno cominciato in quattro. Stefania Ragusa, Nelly Diop, Daimarely Quintero, Cristina Seynabou Sebastiani: quattro donne con vite e storie differenti, due italiane, una cubana e una senegalese, tre di loro con doppia cittadinanza, nessuna con appartenenze a partiti politici, tutte accumunate dalla sensibilità verso il tema dell’immigrazione e dell’integrazione. Continua a leggere

“L’immagine femminile: informazione, educazione, responsabilità” – Donne della Realtà nelle scuole l’1 e il 5 marzo a Garbagnate

Donne della realtà tra gli alunni della scuola secondaria di primo grado “Galilei-Morante” di Garbagnate Milanese in due incontri che si terranno nella mattinata di lunedì primo marzo.

L’immagine femminile: informazione, educazione, responsabilità”, questo il titolo dato all’iniziativa dalla dirigente scolastica Gianna Biliero promotrice, insieme con l’assessorato alle Politiche educative del comune dell’hinterland milanese, di una serie di dibattiti nell’ambito del progetto “Scuola Aperta”.

«Nessuno può dirsi estraneo all’educazione dei giovani cittadini, tutti hanno la responsabilità della loro formazione. Ciascuno con le proprie scelte diventa esempio per le future generazioni», è sottolineato nel programma.

Dopo il confronto di lunedì mattina con i ragazzi, Donne della realtà sarà di nuovo a Garbagnate il 5 marzo alle ore 20,45 per un confronto con gli adulti e le famiglie.

Il prezzo della maternità

Il Corriere della Sera dedica ampio spazio al caso della responsabile marketing milanese della Red Bull Italia che ha dichiarato di essere stata spinta alle dimissioni al rientro dalla maternità. Sul prezzo in termini di occupazione che le donne italiane pagano per avere dei figli lo stesso giornale ha svolto un’inchiesta il 9 febbraio. Ve la proponiamo qui di seguito. Continua a leggere

Womenomics: hai potere e non lo sai?

L’Espresso parla, nel numero in edicola, di “Womenomics“, il libro di successo di due giornaliste televisive, Claire Shipman e Katty Kay. In sintesi, Antonio Carlucci, autore dell’articolo, (“Ragazze Womenomics”, L’Espresso 20/2/2010) scrive che il libro «fotografa perfettamente la svolta: sempre più donne scelgono la flessibilità nell’orario di lavoro e usano ogni ora di tempo guadagnata per dedicarla a se stesse, ai figli, alla famiglia, ai propri passatempi. E sempre di più vengono accontentate perché le aziende, gli studi professionali, i giornali, sanno che lavoreranno meglio e con maggiore serenità. E alla fine daranno molto più valore al loro lavoro». Ma tutto questo succede in America dove «l’ultimo dato di inizio febbraio dice che gli occupati negli Usa sono per il 50,1% donne e per il 49,9% uomini».  A riportarci alla nostra diametralmente opposta realtà è l’intervento dell’economista Irene Tinagli, docente di Economia delle imprese all’Università Carlos III di Madrid. Ve lo proponiamo qui di seguito. Continua a leggere

“Come mi batte forte il tuo cuore” di Benedetta Tobagi

Benedetta Tobagi - Come mi batte forte il tuo cuore - Einaudi

di Sandra Covre

«Era una delle firme più prestigiose del Corriere della Sera. Aveva trentatre anni. La figlia Benedetta aveva tre anni. Era lì. Oggi Benedetta vuole capire. Con forza, con delicatezza, ricostruisce la figura pubblica e privata del padre in un racconto che intreccia spietate vibrazioni intime ad analisi storiche lucide e rigorose. Cercando di comprendere cos’erano gli anni Settanta». Roberto Saviano

Benedetta Tobagi ci ha messo molti anni per riuscire a scrivere questo libro. Per elaborare il dolore e per completare le ricerche necessarie per scriverlo. Ricerche pignole, lunghe, fatte di letture di moltissimi documenti, di tutti i verbali tratti dalle testimonianze degli assassini del padre, di interviste ai protagonisti di allora. Continua a leggere

Dita di dama – un libro di Chiara Ingrao

Chiara Ingrao - Dita di dama - La Tartaruga Edizioni (2009)

di Chiara Volpato

Dita di dama” di Chiara Ingrao parla di noi, donne della realtà, di come siamo state, di come siamo. È un romanzo intenso, che si legge tutto d’un fiato e si rilegge poi, con più calma, per inseguire i passi che hanno fatto riaffiorare un momento, una sensazione, un profumo.
Gli studiosi ci dicono che la memoria collettiva funziona a cicli. Che ci vogliono trenta o quaranta anni perché il vissuto di un periodo torni a impregnare il presente, plasmandone immaginario e pensiero. È quello che sta succedendo con gli anni Settanta. E il libro di Chiara Ingrao contribuisce in modo originale a restituirci l’incredibile vitalità di quel periodo. Il racconto narra l’amicizia tra due ragazze, cresciute nello stesso cortile, destinate a intraprendere una la via dello studio, l’altra quella del lavoro in fabbrica. E proprio la fabbrica è al centro del libro. Una grande fabbrica della periferia romana, nella quale l’eco delle lotte dell’autunno caldo muove le operaie a prendere coscienza della loro condizione e a non accettare più di delegare ai sindacalisti uomini diritti e rivendicazioni. Continua a leggere

Chiediamo scusa a Elvira, alle donne albanesi, alle vittime della tratta da qualsiasi paese provengano

La battuta di Berlusconi sulle belle ragazze albanesi ha provocato in noi rabbia e indignazione, che si sono trasformate in profonda vergogna quando abbiamo letto la lettera di Elvira Dones sul sito di Repubblica.

Noi, donne italiane non rassegnate alla miseria morale, civile, politica che ci circonda, chiediamo scusa a Elvira, alle donne albanesi, alle vittime della tratta da qualsiasi paese provengano. Vogliamo dire loro che, anche se la nostra voce è soffocata e facciamo fatica a esprimere tutta la nostra indignazione per chi tanto indegnamente ci governa, proviamo rispetto, solidarietà, empatia per chi soffre sulla propria persona, nel modo più violento, le storture di questo paese.

Ogni giorno, negli scenari che ci competono, cerchiamo di segnalare la nostra resistenza. Da oggi lo faremo con un’urgenza in più.

Chiara Volpato
Anne Maass
Angelica Mucchi Faina

Donne della realtà

#SFF2017

SOUQ Film Festival - Sesta edizione

donnedellarealta.wordpress.com/

Donne della Realtà Blog

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

agoradellavoro

Per incontrarsi, ribellarsi, progettare. Accade a Milano

blogcartebollate

il blog di CarteBollate

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Impariamo la Costituzione

un articolo a settimana

Rage against the world

Noi vogliamo uguaglianza con ogni mezzo necessario

dubbi(e)verità

Dubbi e verità o Dubbie verità?

slanthings

we live in an age when unnecessary things are our only necessities

the POP CORNERS

Pop corn d'angolo

Se Non Ora Quando Milano

Se non le donne chi?

RIHLA SAIDA

photoblog of a restless wanderer

Libreria delle Donne Bologna

"C'è tutto ciò che c'è quando ha tutto ciò che ha dove c'è quello che c'è" (G. Stein)

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

giustizia mediazione civile

giustizia e mediazione civile

cronichlesofmari

the open diary of mari key

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: