dal blog PARIGI BRUCIA? di Giacomo Leso – Mondino e la donna merce

Censurata in Francia la donna merce di Mondino

Una censura che deve far riflettere. La “donna merce” del fotografo Jean-Baptiste Mondino, presentata, nuda, in un carrello da supermercato, in un manifesto per il concerto del cantante Damien Saez, è stata censurata in Francia perché l’immagine è stata considerata come “degradante per la donna”.

Il cantante si è arrabbiato e il fotografo ha deciso di non proporre un altro scatto. La foto illustra anche l’album dell’artista, in uscita il 29 marzo, sotto il titolo “J’accuse”.

Damien Saez, come riporta L’Express, intendeva denunciare, con questo manifesto “la volgarità ad oltranza” e l’uso dell’immagine della donna per “vendere qualsiasi prodotto del nuovo mondo”. Oltre al fatto che la donna è sempre più “disprezzata in quanto essere umano”. Secondo lui, i censori hanno visto “l’oltraggio proprio quando il femminismo si erpimeva allo stato puro”.

In Francia, riporta Le Figaro, le discriminazioni fra uomo e donna sono fortemente percepite. Se, secondo l’Eurobarometro pubblicato venerdì il 62% degli europei considera che le differenze di trattamento fra uomini e donne sono frequenti, nell’esagono sarebbero il 77% ad accorgersene. In Italia sono il 69%.

Ma gli italiani, dal confronto dei grafici dei due paesi, sarebbero molto meno preoccupati che i francesi dal porre fine a queste discriminazioni.

Ieri sera ho avuto l’occasione di assistere ad una riunione delle “Donne della Realtà” in una scuola media vicino a Milano. L’associazione fa un eccellente lavoro di sensibilizzazione e di messa a nudo degli stereotipi sulla donna che ci sono imposti quotidianamente dalla pubblicità e dalla Tv. E’ stato presentato anche uno stralcio del film “Il corpo delle donne” di Lorella Zanardo, sull’immagine della donna in tv. Agghiacciante.

Vi segnalo la frase finale di questo pezzo di Christian Makarian, per L’Express: “Ovunque, nel cuore delle battaglie politiche fondamentali, le sorti delle donne sono la misura della democrazia. Com’è vero che la libertà della donna è il criterio supremo della libertà dell’umanità”.

6 marzo, 2010, vai all’articolo originale su Parigi Brucia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...