Donne contro le mafie

La sindaca Maria Carmela Lanzetta (foto di Paola Ciccioli)

La sindaca Maria Carmela Lanzetta (foto di Paola Ciccioli)

Felicia Impastato, Saveria Antiochia, Rita Borsellino, Maria Carmela Lanzetta, Lucrezia Ricchiuti: cinque nomi di donna, cinque storie di impegno, denuncia e testimonianza contro la criminalità organizzata.
Vengono raccontate all’Università Bicocca di Milano da Jole Garuti e Martina Panzarasa. La prima è direttrice del Centro studi e documentazione “Saveria Antiochia Omicron” (Sao), la seconda è docente all’Università Statale di Milano.
Il seminario è rivolto a professori e studenti della Bicocca e si tiene oggi (lunedì 15 aprile) dalle ore 15 alle 17, nell’edificio U6, quarto piano, aula “Riccardo Massa”. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

A lezione di immagini “velenose”

Paola Ciccioli con uno studente a Sassari.

Paola Ciccioli con uno studente a Sassari

di Maria Elena Sini

Quando quest’estate in spiaggia ho visto Paola sottolineare con l’evidenziatore giallo, come fossero dei testi di studio, i settimanali di gossip per mettere in evidenza i messaggi sessisti contenuti nella pubblicità e nell’informazione ho immediatamente realizzato che siamo così permeati dalla cultura maschilista, talmente assuefatti che non ci facciamo più caso. E ho capito che uno “sguardo attivo” che non “veda passivamente” poteva essere un punto di partenza per cambiare approccio. Nella discussione che è scaturita subito dopo su quella stessa spiaggia, tutti i presenti hanno guardato con occhi nuovi e diversi le immagini del giornale: i commenti di Paola esprimevano quello che tutti noi avevamo pensato almeno una volta, spesso però senza soffermarci a considerare la vastità della portata di un fenomeno del genere. Continua a leggere

Storia di una donna che cercava il senso della propria vita

La giornalista Francesca Mineo ha parlato delle donne invisibili (ai media) della cooperazione internazionale nell’ambito del corso di Psicologia delle influenze sociali dell’Università Bicocca di Milano. Partendo dal caso di Rossella Urru, la giornalista ha poi ricordato la storia di Laura Scotti, morta nel luglio 1999 in un incidente aereo in Kosovo. La scelta di questa donna (e il suo impegno in favore di Ai.Bi.) è stata raccontata da Mineo nel libro I 189 giorni di Laura, Ancora, Amici dei bambini. Di seguito il commento alla lezione della studentessa Adriana Lombardo

Incontro con Francesca Mineo

di Adriana Lombardo*

“In alcune strade del Kosovo sono presenti cartelli che raffigurano alberelli verdi. Questi sono i luoghi sicuri in cui bambini possono giocare.” Continua a leggere

Donne ucraine

 

Una poesia particolare come epigrafe alla propria tesi, intitolata “Donne ucraine in Italia: una migrazione per lavoro. Un’indagine qualitativa“. Questa la scelta fatta da Stefania Fiocco che si è laureata in Psicologia, con il massimo dei voti e la lode, all’università Bicocca di Milano.

Continua a leggere

Donne&Rinascita: Sara Giudice, l’anti-Minetti

L’estate dei giornali cosiddetti rosa (ad alto contenuto di disvalori e manipolazioni) è caratterizzata dall’operazione “ripuliamo l’immagine della Minetti”. La consigliera regionale della Lombardia, accusata dalla magistratura di essere lo snodo logistico delle ragazze bunga bunga di Arcore, è ripetutamente fotografata in varie spiagge, italiane e spagnole, con calciatori in disarmo (vedi Bobo Vieri) che sanno di comparse telecomandate da direttori spregiudicati al soldo del premier. Premier che, ci dicono le stesse riviste, riprese dai quotidiani “seri”, ha incrociato lo sguardo dell’ex igienista dentale imposta alla “politica” nella zona vip dello stadio San Siro di Milano, dove la Minetti si è presentata abbronzatissima e vestita di un castigato e candido abito di pizzo san gallo. Ancora qualche servizio fintamente rubato e delle accuse gravissime nei confronti di questa ragazza già alterata nel corpo dalla chirurgia estetica e contaminata nell’anima dal morbo della corruzione – stando alle intercettazioni del caso Ruby – resterà nella memoria collettiva ben poco. E’ per questo che proponiamo di seguito la sintesi della conversazione avuta dalla studentessa Daniela Natale con Sara Giudice, la coetanea della consigliera regionale che di Nicole Minetti ha ripetutamente chiesto le dimissioni(Paola Ciccioli)

DONNE&RINASCITA: Sara Giudice, l’anti-Minetti

«Ogni donna può figurare al meglio se sta bene dentro la propria pelle. Non centrano i vestiti e il trucco, ma come si brilla».
di Daniela Natale* Continua a leggere

«Voglio sperare in un 2011 memorabile»

di Daniela Natale*

«In Italia, alla base di una situazione politica alquanto delicata, vi è una classe dirigente che non è preparata all’introduzione di una mentalità del merito e della parità. In particolare ci troviamo di fronte a politici che da decenni ormai calcano la scena impedendo un rinnovamento del panorama politico. Un rinnovamento anagrafico che permetterebbe alle istituzioni di capire meglio le problematiche del tempo che viviamo. Un rinnovamento anche di genere, per dare la possibilità alle donne di ambire a posti di potere». Continua a leggere

Ipazia tra i dottori (di ricerca)

Giovedì 14 aprile Silvia Ronchey terrà una conferenza all’Università Bicocca sul tema: “Ipazia e il dubbio”

«Voi non mettete in discussione ciò in cui credete», dice l’attrice Rachel Weisz che interpreta Ipazia nel film di Alejandro Amenàbar, rivolgendosi ai suoi carnefici prima di essere uccisa. Ma cosa c’entra la filosofa di Alessandria d’Egitto vissuta nel IV secolo d.C. con i dottori di ricerca che il 14 aprile prossimo riceveranno il diploma all’Università di Milano-Bicocca? Continua a leggere