Rivoluzione rosa o crisi nera?

Il 66 per cento delle italiane ritiene che la Tv peggiori il Paese rendendolo più volgare e immorale, incivile e meno giusto, il 58 per cento che non aiuta gli uomini a capire come sono davvero le donne.

Da Tabloid, periodico dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, n.3 maggio-giugno
di Maria Novella Oppo
Partiamo da un’immagine, anzi dall’immagine che più passa in televisione in questo periodo. Si tratta del finale dello spot in cui Christian De Sica, l’odioso vigile Persichetti, per non dividere con la collega Belen Rodriguez i fusilli preparati da un’improbabile zia, allontana la bellissima ragazza, dandole una forte manata sul seno. Continua a leggere

Giornali, mescoliamo le parole di chi scrive con quelle di chi legge

di Paola Ciccioli
So che Donne della realtà è seguito da molte ragazze interessate al giornalismo. Anche per questo ho chiesto di riproporre sul nostro blog la corrispondenza scritta da due freelance che hanno partecipato a Cadice, in Spagna, al Congresso mondiale dei giornalisti che si è svolto dal 26 al 28 maggio. Il loro articolo mi è arrivato grazie alla newsletter (non amo i termini in inglese, diciamo “comunicazione periodica”) della corrente sindacale Senza Bavaglio. Sono convinta che, oggi più che mai, le lettrici e i lettori debbano conoscere di cosa si discute nelle riunioni, nelle assemblee, negli organismi che rappresentano i giornalisti. Continua a leggere