Sandrelli: “Noi donne ridotte soltanto a merce di scambio”

Oggi esce nelle sale il film “Christine Cristina”, prima prova registica di Stefania Sandrelli. E’ la storia di una donna del Medioevo, che ha creduto nel valore della cultura, nell’importanza dell’istruzione, come forma di indipendenza e di arricchimento personali. Riportiamo un’intervista di Dina D’Isa del Tempo a Stefania Sandrelli: attrice famosa, ma anche “donna della realtà”, che, come madre, sembra aver trasmesso a sua figlia Amanda gli stessi insegnamenti del film con l’esempio, più che con le parole.

Stefania dirige la figlia Amanda in “Christine Cristina”, film sulla vita della prima donna che nel Medioevo visse grazie alla propria penna. Nel cast anche Giorgio Haber. Figlia di un astronomo che Carlo V volle al suo fianco, da una condizione agiata, la veneziana Cristina da Pizzano precipita nella miseria, vedova e con tre figli piccoli. A Parigi vince però fame, paura e disperazione, grazie alla scoperta di un dono, il suo talento poetico che viene esaltato da due mentori. Continua a leggere

La bella età

di Silvia Truzzi

da il Fatto Quotidiano, 11 aprile 2010

Guardate Stefania Sandrelli, appena candidata come miglior attrice protagonista ai David di Donatello per la “Prima cosa bella” di Paolo Virzi. Guardatela oggi, a 64 anni: è bella. Dolce, rasserenante, è una donna morbida che non ha perso la grazia buffa e nemmeno la simpatia. E conserva l’impasto tra seduzione e ingenuità che  da sempre è la sua cifra principale. Bella: e non solo per le forme che hanno incendiato lo schermo de “La chiave” di Tinto Brass, non solo per l’incantevole viso che stregava Mastroianni in “Divorzio all’italiana”. Continua a leggere