“Stasera non escort”, la Milano delle ‘cene eleganti’ in scena a teatro

Tre accompagnatrici che parlano solo inglese perché sono laureate e madri che vendono la figlia perché abbia successo in tv. Sul palco Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Claudia Penoni, che danno voce e corpo a una serie di figure femminili contemporanee Continua a leggere

Annunci

Caso Ruby, i giudici: tutte le ragazze di Arcore sono da considerarsi parti offese

Non solo Ambra, Chiara e Imane. Anche le altre 29 giovani che hanno partecipato ai bunga bunga di Berlusconi sono da considerarsi “vittime” dello sfruttamento della prostituzione. Lo hanno deciso i giudici nell’ambito del processo contro Fede, Mora e Minetti. I legali delle protagoniste: “Non per soldi ma per onorabilità” Continua a leggere

Rubygate: “Bacio saffico tra Karima e Minetti”. Per i pm la marocchina è “fragilissima”

Dalle trascrizioni dell’udienza preliminare la conferma che il procuratore aggiunto Pietro Forno ha usato la parola “bordello” per definire il traffico di ragazze verso Arcore. “La minorenne fragile e in difficoltà”. “Gli imputati sapevano che era minorenne”

MILANO – Una ragazza fragilissima. Così è stata definita Ruby dal pm Forno nell’udienza preliminare di lunedì scorso a Milano. E’ il processo a Mora, Fede e Minetti, la consigliera regionale Pdl sul cui ruolo emergono altri dettagli. Continua a leggere

The New Yorker: “Basta Bunga Bunga”

Letter from Italy

Basta Bunga Bunga

Have Italians had enough of Silvio Berlusconi—and the culture he embodies?

by Ariel Levy June 6, 2011

Berlusconi is the nation’s waning Hugh Hefner, reviled and admired for his hedonism—except that he’s supposed to be running the country. Photograph by Alessandra Benedetti. Continua a leggere

Fede, Minetti e Mora ora si azzannano

La 28enne scarica tutto sul direttore del Tg4 e Mora: “Erano loro a portare le ragazze”. La replica: “Vada dallo psichiatra” – di Antonella Mascali

E’ giallo sul contenuto della memoria difensiva di Nicole Minetti, consegnata oggi dal legale della consigliera regionale, Daria Pesce, ai pm che indagano sul ‘caso Ruby Continua a leggere

I ricatti delle Papi girls e la cassa continua del Capo

Uno: Ruby effettivamente si prostituiva. Due: io l’ho pagata. Queste le due ammissioni di Silvio Berlusconi ieri, nell’aula del processo Mediaset. “Le ho dato dei soldi per evitare che si prostituisse, le avevo dato la possibilità di entrare in un centro estetico con un’amica, che lei avrebbe potuto realizzare Continua a leggere