Ornella, la ricercatrice che si è reinventata con la street art

di Alba L’Astorina

Zilda, "Eva", Napoli 2014

Zilda, Eva, Napoli 2014

«Ci sono cose che avvengono per strada, che sono impresse sui muri delle città, scalfite nelle pietre delle vie che attraversiamo. Ci sono cose che, a volte, è possibile definire street art, perché hanno un valore estetico e un’impronta creativa, trasmettono emozioni e comunicano percorsi interiori, e, soprattutto, sono esposte al pubblico, per strada.» Sono queste testimonianze di street art che Ornella Massa raccoglie e racconta da alcuni anni nel suo blog, Non copritemi di bugie – intorno all’arte di strada, scoperto curiosando per le strade della rete alla ricerca di nuove forme espressive.

«Quella di scrivere sui muri è un’arte molto vecchia», scrive Ornella nel suo blog Continua a leggere

Il crollo di Pompei e la mancanza di coscienza

di Chiara Ciarlantini, archeologa, specializzata in archeologia classica all’università di Catania

Vengo a sapere, tramite la telefonata di un amico, che a Pompei è crollata la “domus dei gladiatori” in Via dell’Abbondanza… ripenso subito ai mesi estivi di lavoro nel 2003 con l’Università di Bologna e di Parma, lì agli “Scavi di Pompei”, come vengono chiamati Continua a leggere