Le avanguardie rosa di Berlusconi

dal BLOG di Lidia Ravera

In qualunque momento della giornata ti capiti di accendere la radio o la televisione, su qualunque canale, digitale e non, terrestre e celeste, si leva alto nell’aria un mantra: Berlusconi l’ha voluto al governo il popolo italiano. Chi vuole che Egli faccia un passo indietro va contro la volontà del popolo”. Con l’aggravarsi dello stato di salute del berlusconismo, a recitare il mantra, sono, mi pare, sempre più spesso voci femminili Continua a leggere

Le Maddalene spavalde in adorazione del Capo

 di Lidia Ravera

Fino alle lacrime mi commuovono, le innamorate del premier. Quelle che lo amano “a 360 gradi” (che vuol dire, signorina Began? In modo panoramico? Girandogli attorno? Supine anziché in ginocchio?), quelle che lo difendono vibrando in tutto il silicone, le fedelissime, quelle che non si scansano dal capezzale di Putin (king size erotico per ammucchiate) neanche nel momento del trapasso (non si sa mai, potrebbe sempre risorgere e tornare utile) Continua a leggere

La subcultura sessista al governo

dal BLOG di Lidia Ravera

Lui le vuole giovanissime. L’altro propone una ventinovenne. È un po’ vecchietta, dice lui. L’altro dice: per me finché sono nei venti vanno bene. Lui dice: sì, ma sono meglio quelle di ventuno. Lui ha 74 anni. L’altro 36. Lui compra donne, l’altro le vende. Lui ne vuole tante. Ne ha undici fuori dalla porta, si vanta di averne “soddisfatte” otto. L’altro si congratula e aumenta le dosi. Si ripromette di affittare “un caravan” Continua a leggere

Le amazzoni di Arcore e il sovrano disarcionato

dal BLOG di Lidia Ravera

Dopo aver osservato la reazione delle amazzoni del rais, c’è da chiedersi come si posizioneranno le Olgettine, a Berlusconi deposto. Scopriranno anche loro di essere state ricattate, violentate e quindi ingiustamente adibite al trastullo del clan dei potenti? Si disporranno a rendere testimonianza della loro privata odissea di belle in servizio permanente effettivo? Offriranno alla stima del magistrato le prove e le perizie del bunga bunga? Continua a leggere

Camusso, se non ora, quando!

di Lidia Ravera

Meno male che Susa-anna c’è”, e si dà da fare. Il coro parte spontaneo dal petto dei lavoratori taglieggiati dalla manovra, dal profondo del cuore di tutti quelli che stanno per subire senza fiatare “la tassa sull’onestà”, punizione per i non-evasori. Meno male che Susanna c’è. E reagisce. Con un’iniziativa politica. Non con quattro chiacchiere al bar Continua a leggere

Orgogliose ma stufe, stiamo dicendo “basta”!

dal BLOG di Lidia Ravera

Giovani e vecchie, storiche e neofite, femministe di prima seconda e terza spremitura, trasversali nell’appartenenza politica e passionali nell’appartenenza di genere, orgogliose di essere donne e stufe marce di essere “trattate da donne”, concrete negli obbiettivi e tecnologiche nei metodi, libere da sempre dalle ideologie ma propense a ripristinare gli ideali (la loro forza motrice, la loro funzione poetica), a Siena, quelle di “Se non ora quando” sono tante, diverse eppure misteriosamente omogenee, in disordine sparso ma compatte Continua a leggere

Al Tg1 la rivolta è solo donna

dal BLOG di Lidia Ravera

Elisa Anzaldo ha quarantacinque anni che sembrano trentacinque. Lineamenti regolari, capelli lunghi, occhi luminosi. Maria Luisa Busi è una specie di fata bionda ,Tiziana Ferrario ha passato i 50 senza perdere un’oncia del suo appeal da compagna di scuola graziosa. È una storia vecchia come l’ineguaglianza fra i sessi: la femmina della specie non va in video se non ha la faccia giusta (unica eccezione: la Annunziata, Continua a leggere