Giornali, mescoliamo le parole di chi scrive con quelle di chi legge

di Paola Ciccioli
So che Donne della realtà è seguito da molte ragazze interessate al giornalismo. Anche per questo ho chiesto di riproporre sul nostro blog la corrispondenza scritta da due freelance che hanno partecipato a Cadice, in Spagna, al Congresso mondiale dei giornalisti che si è svolto dal 26 al 28 maggio. Il loro articolo mi è arrivato grazie alla newsletter (non amo i termini in inglese, diciamo “comunicazione periodica”) della corrente sindacale Senza Bavaglio. Sono convinta che, oggi più che mai, le lettrici e i lettori debbano conoscere di cosa si discute nelle riunioni, nelle assemblee, negli organismi che rappresentano i giornalisti. Continua a leggere

Poveri giornali tra Signore e Gnocche

di Paola Ciccioli

« Le liste capeggiate da due signore…». Rileggo: «Le liste capeggiate da due signore…». Eh no, signor Franco Abruzzo, signore sì, ma prima di tutto colleghe. Anzi: una è l’attuale presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Letizia Gonzales, che si ripresenta alle prossime elezioni del 23 e 24 maggio. E l’altra, Marina Terragni, è in corsa per la stessa carica. Perché decido di scriverne, a titolo rigorosamente personale, su questo blog? Perché credo fermamente che la questione riguardi ogni singola cittadina e cittadino di questo Paese. Perché quella che viene definita crisi della nostra professione è invece, a mio giudizio, qualcosa di più: quasi una mutazione genetica che ha eroso il significato di termini fondamentali come deontologia, etica, correttezza, rigore, verità, imparzialità, rispetto, empatia e sensibilità nei confronti dei nostri interlocutori: le lettrici e i lettori. Continua a leggere