Perché l’Italia ha mancato l’appuntamento con la propria coscienza critica

di Chiara Volpato*

Chiara Volpato

La ragione forse più profonda per cui l’Italia ha mancato e continua a mancare l’appuntamento con la propria storia e con la propria coscienza critica è il ritardo culturale che la contraddistingue. L’arretratezza sulla questione di genere è parte di una arretratezza più ampia Continua a leggere

Caso Ruby, i giudici: tutte le ragazze di Arcore sono da considerarsi parti offese

Non solo Ambra, Chiara e Imane. Anche le altre 29 giovani che hanno partecipato ai bunga bunga di Berlusconi sono da considerarsi “vittime” dello sfruttamento della prostituzione. Lo hanno deciso i giudici nell’ambito del processo contro Fede, Mora e Minetti. I legali delle protagoniste: “Non per soldi ma per onorabilità” Continua a leggere

“Devi andartene”, la nuova canzone di Paola Turci dedicata a Berlusconi

“Ora basta, devi andartene/ più lontano che puoi”. Ecco la nuova canzone di Paola Turci con le parole di Marcello Murru. Si intitola Devi andartene. L’album (Le storie degli altri) uscirà a fine gennaio, ma il brano è presentato oggi in anteprima sul sito del Fatto Quotidiano

Cala il sipario sul Truman Show

di Barbara Spinelli

Ci sono due scene, nel fine regno di Berlusconi, che dicono la sua caduta con crudezza inaudita: più ancora del voto del rendiconto dello Stato che ha attestato, ieri, lo svanire della maggioranza. Ambedue le scene avvengono fuori Italia, trasmesse dal mezzo che Berlusconi per decenni ha brandito come scettro: la tv Continua a leggere

La protesta a seno nudo arriva a Palazzo Grazioli

Contro il potere maschile

L’Ucraina non è un bordello e il sesso non è in vendita”. Inna Shevchenko, una gran bella ragazza ucraina di 21 anni, nel 2008, durante il suo master in giornalismo, aveva capito che urgeva trovare uno slogan e un modo per dichiarare  guerra al machismo politico imperante nel suo Paese. “Usiamo il nostro corpo nudo come un’arma, una freccia per colpire al cuore gli uomini che manipolano e utilizzano le donne come nel MedioevoContinua a leggere

Le avanguardie rosa di Berlusconi

dal BLOG di Lidia Ravera

In qualunque momento della giornata ti capiti di accendere la radio o la televisione, su qualunque canale, digitale e non, terrestre e celeste, si leva alto nell’aria un mantra: Berlusconi l’ha voluto al governo il popolo italiano. Chi vuole che Egli faccia un passo indietro va contro la volontà del popolo”. Con l’aggravarsi dello stato di salute del berlusconismo, a recitare il mantra, sono, mi pare, sempre più spesso voci femminili Continua a leggere

Lo sberleffo della verità

di Barbara Spinelli

Chi frequenta i summit delle istituzioni europee, e ne conosce le deferenze opportuniste, le verità lente a dirsi, le cerimoniose capricciosità, non dimenticherà facilmente quel che è successo domenica, nella conferenza stampa di Nicolas Sarkozy e Angela Merkel a Bruxelles Continua a leggere

Pina Picerno (Pd): “Berlusconi deve andare in galera”

La parlamentare democratica ospite a “Un Giorno da Pecora” su Radio2: “Penso che se Berlusconi è colpevole, ed io penso che lo sia, lui debba andare in galera”. Un giudizio fisico al premier? “Lo trovo terribile, è il più brutto del Parlamento: basso, unto, senza capelli e col fondotinta”

La subcultura sessista al governo

dal BLOG di Lidia Ravera

Lui le vuole giovanissime. L’altro propone una ventinovenne. È un po’ vecchietta, dice lui. L’altro dice: per me finché sono nei venti vanno bene. Lui dice: sì, ma sono meglio quelle di ventuno. Lui ha 74 anni. L’altro 36. Lui compra donne, l’altro le vende. Lui ne vuole tante. Ne ha undici fuori dalla porta, si vanta di averne “soddisfatte” otto. L’altro si congratula e aumenta le dosi. Si ripromette di affittare “un caravan” Continua a leggere

Le amazzoni di Arcore e il sovrano disarcionato

dal BLOG di Lidia Ravera

Dopo aver osservato la reazione delle amazzoni del rais, c’è da chiedersi come si posizioneranno le Olgettine, a Berlusconi deposto. Scopriranno anche loro di essere state ricattate, violentate e quindi ingiustamente adibite al trastullo del clan dei potenti? Si disporranno a rendere testimonianza della loro privata odissea di belle in servizio permanente effettivo? Offriranno alla stima del magistrato le prove e le perizie del bunga bunga? Continua a leggere

Rubygate: “Bacio saffico tra Karima e Minetti”. Per i pm la marocchina è “fragilissima”

Dalle trascrizioni dell’udienza preliminare la conferma che il procuratore aggiunto Pietro Forno ha usato la parola “bordello” per definire il traffico di ragazze verso Arcore. “La minorenne fragile e in difficoltà”. “Gli imputati sapevano che era minorenne”

MILANO – Una ragazza fragilissima. Così è stata definita Ruby dal pm Forno nell’udienza preliminare di lunedì scorso a Milano. E’ il processo a Mora, Fede e Minetti, la consigliera regionale Pdl sul cui ruolo emergono altri dettagli. Continua a leggere

«Non ho sorriso a B. perché non lo stimo»

Cécile, la scrutatrice che non sorrideva a B. “Il mio entusiasmo lo dedico a Pisapia”. Parla la ragazza che domenica è stata ripresa dal premier per avergli riservato un’accoglienza “tiepida” al seggio. “Sorrido solo agli amici. E a chi stimo. Comunque dal punto di vista istituzionale mi sono comportata bene”. La sua allegria si è liberata la sera dopo in piazza Duomo Continua a leggere