A proposito di aragoste sguaiate…

Elisabetta Beccarin

Elisabetta Baccarin

Appena postata la recensione del libro di Donatella Bisutti, mi arriva una mail di Elisabetta Baccarin. Oggetto: «Quel regalo sguaiato mi ha fatto venire in mente questo, di qualche tempo fa». È uno dei suoi originali racconti, altri ne ho in custodia e si affacceranno presto alla nostra finestra sulla creatività femminile. Le ho chiesto il permesso di poter pubblicare anche i Post Scriptum, spiegano come e perché è nato il racconto. E poi sono ironici e l’ironia è la nostra ancora di salvezza, dunque… Un grazie anche a Donatella Bisutti che ha commentato in privato la mia personale lettura del suo Un amore con due braccia . «Un testo che dà ragione del libro», mi scrive in una mail con molte tracce di poesia. (Paola Ciccioli)

Un apostrofo può essere traditore

di Elisabetta Baccarin

esca.
eggià, mica si poteva chiamare “entri”
qualcosa che serve a portar fuori…

nel verbo pescare
quella p è proprio di troppo.

certe volte poco certe
il verbo amare è inteso come per un pesce Continua a leggere