In piazza Scala col tricolore: «Basta con la politica spettacolo»

di Daniela Natale

C’è Gabriella che è stata lasciata a casa appena ha comunicato in ufficio di essere incinta; c’è Sara che invece vive delle maternità altrui, perché è quando un’altra donna si assenta che viene chiamata a lavorare; c’è Martina che da sette anni vive il precariato e si sente fortunata perché a differenza di molte altre lavora Continua a leggere

Tutti arancioni per mandare a casa Berlusconi

Cominciamo a contarci. E vediamo quanti in Italia vogliono che Berlusconi si rechi da Napolitano per rassegnare le dimissioni. L’idea è talmente semplice che potrebbe risultare banale ma il colpo d’occhio può (e sarà) simbolicamente dirompente: tutti con indosso qualcosa di arancione: un nastrino, un bracciale, un capo di abbigliamento o un accessorio, il rossetto sulle labbra o la spilla su una giacca. Un fazzoletto legato all’antenna dell’automobile o uno straccio attorcigliato all’antenna sul tetto, o calato dalla finestra di casa Continua a leggere

The New Yorker: “Basta Bunga Bunga”

Letter from Italy

Basta Bunga Bunga

Have Italians had enough of Silvio Berlusconi—and the culture he embodies?

by Ariel Levy June 6, 2011

Berlusconi is the nation’s waning Hugh Hefner, reviled and admired for his hedonism—except that he’s supposed to be running the country. Photograph by Alessandra Benedetti. Continua a leggere

I ricatti delle Papi girls e la cassa continua del Capo

Uno: Ruby effettivamente si prostituiva. Due: io l’ho pagata. Queste le due ammissioni di Silvio Berlusconi ieri, nell’aula del processo Mediaset. “Le ho dato dei soldi per evitare che si prostituisse, le avevo dato la possibilità di entrare in un centro estetico con un’amica, che lei avrebbe potuto realizzare Continua a leggere

Feste di Arcore, spuntano due nuove testimoni

«Ci portò Fede, fu scioccante». Segue la descrizione più esplicita del bunga bunga. Chiara e Ambra, 19enni piemontesi: «Avances dal premier, rifiutammo il gioco della statuetta»

MILANO – «I complimenti del presidente Berlusconi furono talmente intensi che Fede, non so se come battuta o meno, gli disse: “Eh, mangia nel piatto tuo che io mangio nel piatto mio(…)”. Forse nelle sue intenzioni io dovevo essere destinata a lui e Ambra a Berlusconi». Il quale, «dopo l’ultima barzelletta sconcia si fece portare una statuetta di Priapo» (personaggio della mitologia classica simbolo dell’esuberanza sessuale) «e la fece girare tra le ragazze», chiedendo loro «un gioco sconcio al quale né io né Ambra ci prestammo». Continua a leggere

Ruby, il grande ricatto di Michelle: “Io so tutto”

“Io so tutto”. Michelle Conceicao ammette di aver omesso parte della verità sul caso Ruby al pm Ilda Bocassini. “Non le ho detto tutto, sono riuscita a imbrogliarla”, dice la brasiliana alle telecamere di Exit.

Continua a leggere

“Altre ragazze alle feste di Arcore”. Nuovi nomi dai tabulati telefonici

I pm hanno portato avanti le indagini in vista del processo a Berlusconi che si aprirà il 6 aprile. Dai tabulati telefonici emergono una decina di partecipanti alle feste che si aggiungo alle 33 già individuate. Verifiche sui telefoni di Noemi Letizia, Aida Yespica, Belen Rodriguez e Barbara D’Urso

MILANO – Una nuova decina di nomi. Sono quelli di altre ragazze che sarebbero state ospiti di Silvio Berlusconi ad Arcore durante i presunti festini a luci rosse e che finora non erano mai comparsi nelle indagini. E’ quanto emerge dagli atti depositati dai pm milanesi che indagano sul caso Ruby in vista del processo a carico Continua a leggere

“Ruby mi ha offerto dei soldi così ho ritirato la denuncia”

Caterina Pasquino, la ragazza che ha fatto arrestare Karima il pomeriggio del 27 maggio scorso, ha deciso di ritirare la denuncia. Sentita da ilfattoquotidiano.it racconta: “Si è scusata e mi ha promesso un adeguato risarcimento dei danni”

Caterina Pasquino ha ritirato la denuncia di furto contro Karima El Mahroug, detta Ruby Rubacuori. Lo conferma lei stessa a ilfattoquotidiano.it. “Sì, l’ho ritirata pochi giorni fa perché lei mi ha cercata per scusarsi e mi ha garantito che risarcirà tutti i danni che mi ha provocato Continua a leggere

“Le lupe di Arcore”

di Francesco Merlo

Teme le lupe di Arcore molto più dei giudici, anche perché solo loro hanno visto e valutato quella cosmesi che gli si ferma al collo. Sanno che lì sotto c´è un bosco di rughe e peli bianchi e grinze e pieghe. «Vecchio e basta» ha detto di lui la Minetti e anche Continua a leggere

Ruby e Raffaella

Ruby negli alberghi di lusso tra le escort per clienti vip

MILANO – Strane coincidenze temporali e, soprattutto, un’ informativa della polizia. Due indagini che si intrecciano – entrambe riguardano giri di sesso a pagamento tra giovani donnee clienti facoltosi-e due nomi che ritornano. Uno è quello di Karima el Marough, detta Ruby. L’ altro è quello di Raffaella Zardo, bionda soubrette di Rete 4 Continua a leggere

Care ministre, avete ben poco di cui andare orgogliose

Lettera aperta di Letizia Del Bubba (da Livorno)

Care ministre, vi siete sentite in dovere di accusare le migliaia di donne scese in piazza il 13 febbraio di essere strumentalizzate dalla sinistra? Beh, forse voi, come molti mass-media, semplificate troppo. In piazza, io, insieme a migliaia di altre donne Continua a leggere