“Dalla solita sponda del mattino/ io mi guadagno palmo a palmo il giorno”

di Alda Merini*

Alda_Merini

Alda Merini

IL GOBBO

Dalla solita sponda del mattino

io mi guadagno palmo a palmo il giorno:

il giorno dalle acque così grigie,

dall’espressione assente.

 

Il giorno io lo guadagno con fatica

tra le due sponde che non si risolvono,

insoluta io stessa per la vita

… e nessuno m’aiuta.

 

Ma viene a volte un gobbo sfaccendato,

un simbolo presago d’allegrezza

che ha il dono di una strana profezia.

 

E perché vada incontro alla promessa

lui mi traghetta sulle proprie spalle.

* Sono molto legata a questa poesia e oggi la voglio dedicare alla donna che il 14 agosto, sull’autobus, mi ha raccontato la sua fuga dalle botte del marito e da un vita che non sente più sua. Le mando un altro saluto così, mentre sto per mettermi a scrivere ancora qualcosa sul nostro incontro. 

La poesia è tratta da … d’una o dell’altra riva di questo mare…, antologia che raccoglie i versi di alcuni poeti italiani tradotti in albanese. Vi dirò di più su questo libro quando pubblicherò “Il Gobbo” di Alda Merini anche nella lingua di chi è venuto in Italia dall’Albania, o ci è tornato, o è in contatto con noi dall’altra sponda dell’Adriatico. 

(Paola Ciccioli)

 

Annunci

2 thoughts on ““Dalla solita sponda del mattino/ io mi guadagno palmo a palmo il giorno”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...