In metropolitana, tra gli invisibili

di Mariagrazia Sinibaldi

In metropolita, tra gli invisibili

In metropolita, tra gli invisibili (foto da milanotoday.it)

Dondolava camminando appoggiata a una carrozzina per disabili vuota, quella grossa donna vestita di nero.

I suoi erano vestiti rimediati, si vedeva. La testa fasciata in uno sciatto fazzoletto nero. E il viso… il viso era grosso, coi lineamenti sfatti per l’incuria.
È salita sulla metropolitana… e i passeggeri immediatamente hanno distolto lo sguardo: certamente hanno immaginato un lungo piagnucoloso racconto. Ma la grossa donna nera con la carrozzina per disabili vuota, non ha detto una parola. È scesa e dondolando e con molta dignità si è avviata per guadagnare l’uscita.

La metropolitana è ripartita.

L’ho rivista qualche giorno dopo, la grossa donna vestita di nero: camminava lungo il marciapiede e dondolando spingeva la carrozzina che “conteneva” un tronco d’uomo… un uomo senza gambe.

Si sono fermati qualche secondo e lui sorridendo le ha preso la grossa pesante borsa.

La metropolitana è ripartita.

2 Risposte

  1. Da Mariagrazia, tramite messaggio FB: «Cara Paola, ti ringrazio per aver pubblicato questo mio brevissimo scritto che dimostra che esistono nel privato persone eccezionali… (ringraziamo Dio) e
    che (sempre ringraziando Dio) il senso dell’umanità esiste ancora. E che, malgrado tutto il maleodorante lerciume nel quale siamo immersi, esistono ancora “cose buone”. Certo che questo piccolo episodio qualcuno penserà che l’ho tirato fuori da qualche sdolcinato libro ottocentesco tipo “Cuore”. Ma non è così.
    Del resto mia madre mi proibì di leggerlo, quel terribile libro, «perché – diceva – c’è sempre tempo per piangere». Quanta saggezza! I buoni sentimenti li ho respirati dentro casa… grazie a Dio!
    Ti abbraccio con tutto il cuore con la speranza di incontrarti».

    Mi piace

  2. (y)

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#SFF2016

4/5/6 novembre 2016 - Chiostro "Nina Vinchi" - Piccolo Teatro Grassi - Milano

Donne della realta's Blog

Dove sono finite le donne che lavorano, che studiano, che coltivano i sogni con la fatica, che cercano di non piegarsi alla precarietà?

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

agoradellavoro

Per incontrarsi, ribellarsi, progettare. Accade a Milano

blogcartebollate

il blog di CarteBollate

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Impariamo la Costituzione

un articolo a settimana

Rage against the world

Noi vogliamo uguaglianza con ogni mezzo necessario

slanthings

we live in an age when unnecessary things are our only necessities

the POP CORNERS

Pop corn d'angolo

Se Non Ora Quando Milano

Se non le donne chi?

RIHLA SAIDA

photoblog of a restless wanderer

Libreria delle Donne Bologna

"C'è tutto ciò che c'è quando ha tutto ciò che ha dove c'è quello che c'è" (G. Stein)

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

giustizia mediazione civile

giustizia e mediazione civile

cronichlesofmari

the open diary of mari key

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: