«Grazie alla prof che ci insegna il vivere»

Melissa Bassi, uccisa davanti alla sua scuola a Brindisi

di Barbara Ceccarelli*

Vent’anni dopo…

Con che faccia,
con che coraggio,
con quale dignità
girate per questa città?
Voi, che strappate
dalla terra fertile
i germogli del domani.
Come fate a non vedere
il sorriso innocente
di una sedicenne?
Come fate a non sentire
l’urlo straziante di una madre?
Un urlo capace di lacerare
il cuore. E le sue lacrime!
Come fate a non vederle?
E voi? E voi vi definite uomini?
Voi, che mettete una bomba
davanti ad una scuola.
Davanti ad una scuola
frequentata dai germogli,
i germogli del domani!
E voi? Voi vi definite uomini?
Uomini son coloro
che fanno della vita una missione:
sono uomini come Falcone.
Uomini son coloro
che a testa alta affrontano il destino:
sono quelli come Borsellino.

*Barbara Ceccarelli vive a Taranto, dove frequenta il Liceo classico “Archita”. Con la poesia “Vent’anni dopo…” ha ottenuto una segnalazione di merito al Concorso letterario in memoria di Lorenzo Cresti e i suoi versi densi di tensione morale sono pubblicati in un volume curato dai genitori di Lorenzo, scomparso tragicamente a Firenze nell’ottobre del 2008, a soli 17 anni. Nella poesia, Barbara ricorda i magistrati assassinati dalla mafia e la sua coetanea Melissa Bassi, uccisa il 19 maggio dello scorso anno da un ordigno fatto esplodere da Giovanni Vantaggiato accanto all’Istituto professionale statale per i servizi sociali “Francesca Laura Morvillo Falcone” di Brindisi.
Perché la scelta di questo tema? Ecco la risposta di Barbara, arrivata attraverso un messaggio su Facebook: «Ho la fortuna di avere una docente vera, nel senso che più che insegnarci latino e greco ci insegna il vivere e ci parla di persone come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Pino Puglisi, Peppino Impastato ed Emanuele Basile, che hanno avuto il coraggio di superare il sottile confine tra il sopravvivere e il vivere. E che hanno reso concreto ciò che da sempre è la chimera dell’essere umano».
Il termine per la partecipare al Premio Lorenzo Cresti scade il 31 maggio, il bando completo è pubblicato nel post “I fiori poetici innaffiati da Lisa Baligioni” del 25 febbraio.
(Paola Ciccioli)

Una Risposta

  1. Grazie Barbara per averci donato una poesia così attuale e vera.
    Lisa Baligioni

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#SFF2016

4/5/6 novembre 2016 - Chiostro "Nina Vinchi" - Piccolo Teatro Grassi - Milano

Donne della realta's Blog

Dove sono finite le donne che lavorano, che studiano, che coltivano i sogni con la fatica, che cercano di non piegarsi alla precarietà?

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

agoradellavoro

Per incontrarsi, ribellarsi, progettare. Accade a Milano

blogcartebollate

il blog di CarteBollate

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Impariamo la Costituzione

un articolo a settimana

Rage against the world

Noi vogliamo uguaglianza con ogni mezzo necessario

slanthings

we live in an age when unnecessary things are our only necessities

the POP CORNERS

Pop corn d'angolo

Se Non Ora Quando Milano

Se non le donne chi?

RIHLA SAIDA

photoblog of a restless wanderer

Libreria delle Donne Bologna

"C'è tutto ciò che c'è quando ha tutto ciò che ha dove c'è quello che c'è" (G. Stein)

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

giustizia mediazione civile

giustizia e mediazione civile

cronichlesofmari

the open diary of mari key

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: