Cinema e mafie

Una scena del film “Mafioso” (1962) di Alberto Lattuada

Ci sono film che presentano i mafiosi (consapevolmente o no) come modelli da imitare e film che ne sottolineano le qualità negative. Film in cui il mafioso vince sempre e film in cui risulta vincitore chi non si sottomette. Quale messaggio vogliamo che arrivi ai giovani, pur senza barare sulla realtà?

Il Dipartimento di Scienze umane per la formazione “R. Massa” e Sao (Associazione Saveria Antiochia Omicron) ne discutono

LUNEDI’ 22 APRILE ore 15-17 con

Barbara Sorrentini, Giornalista di Radio popolare e Direttore artistico del Festival dei beni confiscati alle mafie

Gennaro Petrilli, Associazione “La Scheggia

Jole Garuti, Direttrice del Centro Studi e Documentazione “Saveria Antiochia Omicron (SAO)

Coordina Luca Walter Mariani (Associazione SAO)

con proiezioni di scene da film

Università di Milano Bicocca, Edificio U6, IV piano – Aula “Riccardo Massa”, Piazza Ateneo Nuovo 1, Milano (tram 7 – autobus 87 – metropolitana linea 5 fermata Ponale)

L’incontro, per DOCENTI e STUDENTI, continua il percorso iniziato con la Giornata di Studio “La Zona grigia” (febbraio 2013) col patrocinio del Dipartimento di Scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” e prevede il rilascio di un attestato.

Iscrizioni a info@centrostudisao.org o tel. 02.36563480 o 338.6099559

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...