“Madre Vendetta”

È stato presentato ad Ancona il nuovo libro di Giancarlo Trapanese, “Madre Vendetta, Storia di un perdono impossibile” (Vallecchi). Il romanzo è ispirato alla tragica morte di Rossana Wade, uccisa  a 19 anni dal fidanzato nel 1991.

Coraggioso romanzo (anche a tinte gialle) che affronta i temi delicati della percezione dell’equità della giustizia, della certezza della pena e del difficile equilibrio tra un delitto irreparabile e la sua punizione. Il racconto prende la mosse da uno dei tanti fatti di cronaca realmente accaduti che hanno come vittime le donne aggredite, uccise, da chi diceva di amarle, e si svolge sul doppio piano narrativo del presente e dei flash back sull’amore intenso e inquieto di due giovani come tanti, sfociato però in un dramma atroce.
Protagonisti Giorgio Catanese, giornalista Rai di Bologna e il brillante maresciallo dei carabinieri Luigi Braschi.
Un giovane è investito nella notte da un’auto pirata. Sembrerebbe uno dei tanti casi di cronaca, ma la vittima è un ex detenuto, appena uscito dal carcere dopo aver scontato tredici anni per aver strangolato la fidanzata diciannovenne. Catanese, segue le indagini vi partecipa ma soprattutto va alla scoperta di quella umanità dolente che spesso dopo le tragiche e pettegole luci della ribalta, viene dimenticata ed abbandonata al proprio destino: i parenti delle vittime.
A cornice, paesaggi e personaggi autentici e indimenticabili di uno straordinario paese romagnolo: Bertinoro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#SFF2016

4/5/6 novembre 2016 - Chiostro "Nina Vinchi" - Piccolo Teatro Grassi - Milano

Donne della realta's Blog

Dove sono finite le donne che lavorano, che studiano, che coltivano i sogni con la fatica, che cercano di non piegarsi alla precarietà?

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

agoradellavoro

Per incontrarsi, ribellarsi, progettare. Accade a Milano

blogcartebollate

il blog di CarteBollate

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Impariamo la Costituzione

un articolo a settimana

Rage against the world

Noi vogliamo uguaglianza con ogni mezzo necessario

dubbi(e)verità

Dubbi e verità o Dubbie verità?

slanthings

we live in an age when unnecessary things are our only necessities

the POP CORNERS

Pop corn d'angolo

Se Non Ora Quando Milano

Se non le donne chi?

RIHLA SAIDA

photoblog of a restless wanderer

Libreria delle Donne Bologna

"C'è tutto ciò che c'è quando ha tutto ciò che ha dove c'è quello che c'è" (G. Stein)

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

giustizia mediazione civile

giustizia e mediazione civile

cronichlesofmari

the open diary of mari key

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: