Cuba, lutto tra le Dame in bianco: addio alla dissidente Laura Pollan

La fondatrice del movimento di mogli e familiari dei prigionieri politici dell’isola è scomparsa a 63 anni per un arresto cardiaco. L’associazione da lei fondata vinse il premio Sakharov per la difesa dei diritti umani

L’AVANA – Un grave lutto ha colpito le ‘Damas de blanco’ (‘Dame in bianco’), l’organizzazione delle mogli e dei familiari dei dissidenti cubani. La leader del movimento Laura Pollan è morta per un arresto cardiaco in una clinica all’Avana, dove lo scorso 7 ottobre era stata ricoverata in gravi condizioni di salute. Aveva 63 anni e soffriva di diabete e complicazioni polmonari.

I funerali si svolgeranno nella sua abitazione, hanno precisato fonti del gruppo, che nel 2005 ha vinto il premio Sakharov dell’Europarlamento per la difesa dei diritti umani.

Secondo quanto aveva dichiarato al momento del ricovero il marito Hector Maseda, ex prigioniero politico, la moglie era stata portata nella clinica a causa di un’infezione virale ai polmoni. I medici avevano dovuto intubarla ed era stata sottoposta ad un trattamento che qualche giorno dopo aveva dato dei risultati positivi, visto che la Pollan era migliorata, anche se le sue condizioni rimanevano critiche.

La Pollan è stata una delle fondatrici delle ‘Damas’ cubane, nato nel 2003 per chiedere la liberazione di 75 prigionieri politici cubani e la difesa del rispetto dei diritti umani nell’isola. I detenuti sono poi stati liberati a partire dal 2010 fino a qualche mese fa.

Fin dalla nascita dell’organismo, mogli e madri dei dissidenti, vestendosi di bianco, hanno cominciato a mobilitarsi organizzando inusuali manifestazioni pubbliche, soprattutto a L’Avana, durante le quali hanno chiesto il rilascio dei loro congiunti.

Pollan e le altre ‘damas’ cubane sono state considerate “controrivoluzionarie” e accusate dall’Avana di ricevere soldi dagli Stati Uniti. Le manifestazioni di protesta organizzate dal gruppo di donne sono d’altra parte spesso contestate da centinaia di simpatizzanti del governo.

da La Repubblica – 15 ottobre 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...