E adesso rispetto, regole e istituzioni degne

di Paola Ciccioli
Scrivo appena tornata dal seggio, il 561 di via Pepe 40, all’Isola, Milano. E’ il quartiere dove Renato Guttuso aveva lo studio durante il fascismo, ci è nato Silvio Berlusconi, e qui case popolari resistono all’assedio di grattacieli sempre più imponenti e scintillanti. E’ il futuro, dicono. Mi chiedo che futuro sarà il nostro, cerco di immaginare che cosa potrebbe succedere in Italia se questa città dovesse sconfessare Letizia Moratti e avviare così un nuovo corso politico nazionale. Chiederò a Lorenzo di postare queste mie poche parole a urne chiuse, domani, dopo le 15. Il rispetto delle regole è diventato un segno distintivo, secondo me è la vera linea di demarcazione tra chi ci governa e tra ciò che questo Paese potrebbe essere. Rispetto. Regole. Istituzioni degne. Questo chiediamo, questo io almeno mi auguro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...