Silvio e le belle laureate

Il Cavaliere propose alla showgirl Sara Tommasi di candidarsi per il Pdl alle Europee del 2009, ma ricevette un rifiuto: “Preferirei fare carriera nel giornalismo o nel cinema”. Il Presidente non si capacitava, “hai tutto per rappresentare l’Italia all’Europarlamento: sei bellissima e laureata”; la ragazza fu irremovibile. Oggi – lo ha spiegato a Claudio Sabelli Fioretti di Un giorno da pecora – è un po’ pentita, la politica ha perso una sicura protagonista, in cambio però il mondo dello spettacolo ha guadagnato una bravissima interprete, a Pomeriggio Cinque ha ballato con tale intensità che quasi perdeva i jeans, il perizoma fu sul punto di spaccarsi, Barbara D’Urso fece finta di arrossire, le altre veline ridevano entusiaste e gli uomini del pubblico si ficcavano l’un l’altro i gomiti nei fianchi. Poi partì il dibattito: “Meglio le italiane o le straniere?” (Video).

Francesco Viviano su Repubblica ci ha raccontato che la Tommasi, 29 anni, una Nazionale di presunti fidanzati negli ultimi mesi: Ronaldinho, Quagliarella e Balotelli (che però smentisce), è stata intercettata nel Rubygate: mandava sms affettuosi a Berlusconi. Lei smentisce sdegnata, dice che perse il cellulare sul taxi, e quindi sarebbe stato il tassista, o chi per esso, a spedire sti messaggini pieni di amicizia al nostro Presidente.

“Sono laureate con 110 e lode”: il premier lo ripete come un mantra a proposito della sua rappresentanza femminile. La Carfagna non era nemmeno deputata e il 21 marzo 2006 Berlusconi le predisse un gran futuro su Sky Tg 24: “Sarà una delle più brave candidate, è laureata con 110 e lode, mentre quelle di sinistra la laurea non ne hanno neanche uno straccio…”; e il 19 luglio 2010, vistando l’università telematica Ecampus, il cui patron Francesco Polidori è il fondatore del Cepu, “questo è un ateneo in cui si laureano ragazze belle e preparate e che non assomigliano a Rosy Bindi”; e nella famosa telefonata a Gad Lerner dell’Infedele la cosa che tornò nella difesa di Nicole Minetti fu proprio “ma se è laureata con 110 e lode”!

Nella primavera del 2009, nella sede romana di Forza Italia in via Umiltà, venti di queste super-laureate, parecchie delle quali nel tempo libero Letteronze, Meteorine ed ex Miss Muretto, furono ammesse a un corso di preparazione sulle istituzioni europee. Come rivelò Chiara Sgarbossa all’Unità il 19 giugno 2009, Silvio le convocò così: “Sei laureata? Sì. Sai le lingue? Sì. Ci sono foto di te nuda? No. Manda a tutto a Marinella e vieni al corso”. A Renato Brunetta, uno dei professori, piacque particolarmente che le ragazze come collegiali alzavano la mano per chiedere se potevano andare in bagno, lui non sempre le autorizzava, tra i docenti fece una comparsata anche Denis Verdini.

Silvio Berlusconi pareva immortale. Andò ad Onna a celebrare la Resistenza esibendo i sondaggi che mostravano un indice di gradimento del 75 per cento, poi Conchita Sannino su Repubblica fece lo scoop su Noemi, Veronica Lario parlò di “ciarpame”, e il sogno di mandare a Bruxelles solo le  belle tra le belle si frantumò; (delle venti ce la fecero in tre: Licia Ronzulli, Barbara Matera, Lara Comi), le altre dovettero accontentarsi di incarichi di ripiego: Maria Elena Valanzano lavora all’Ufficio legislativo dello staff del presidente campano Caldoro; Emanuela Romano è assessore ai Servizi sociali a Castellamare di Stabia; Graziana Capone (“per me Silvio è come Gesù: parla ai giovani”) cura l’immagine di palazzo Chigi; Giovanna Del Giudice è assessore alle politiche giovanili della Provincia di Napoli; Eleonora Gaggioli e Camilla Ferranti sono protagoniste di fiction Mediaset; Angela Sozio fa striptease bollenti su Italia Uno (fonte Novella 2000); di Adriana Verdirosi Il Fatto scrisse il 9 settembre 2010 che abitava un appartamento di Berlusconi sulla Cassia.

Se avessero frequentato una grigia scuola politica alle Frattocchie del Pd oggi sarebbero impiegate in un qualche call center, e invece queste rappresentanti dell’Italia berlusconiana ogni mattina si recano alle rispettive occupazioni cantando “Meno male che Silviooo c’è….”

da La Repubblica – 3 febbraio 2011

2 thoughts on “Silvio e le belle laureate

  1. Cosa si fa per apparire in prima pagina ,questa qui in 3 mesi è passata dal letto di Ronaldinho a quello di Quagliarella per finire con Balotelli e senza dimenticare il Premier .E questi sono quelli ufficiali ….Che tristezza di ragazza ,fosse mia figlia la prenderei a calci nel culo finchè non muore .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...