Milano scende in piazza il 29 gennaio con la manifestazione: “Un’altra storia italiana è possibile”‏

Le moltissime adesioni che continuano ad arrivare all’appello Mobilitiamoci per ridare dignità all’Italia“, partito da Milano e dalla Lombardia, insieme alla richiesta arrivata spontaneamente da centinaia di donne  di una presa di parola pubblica,  ci hanno indotto a lanciare la proposta di una manifestazione nella nostra città, sabato 29 gennaio alle 15 in Piazza della Scala. Con un simbolo: la sciarpa bianca del lutto per lo stato in cui versa il Paese. Uno slogan: Un’altra storia italiana è possibile. Ci saremo con le nostre facce. Le facce delle donne italiane, quelle della realtà. Appuntandoci sulla giacca una fotocopia della nostra carta di identità con su scritto chi siamo: cassaintegrate, commesse, ricercatrici precarie, artiste, studentesse, registe, operaie e giornaliste, per dire la forza che rappresentiamo, a dispetto di tutto. Perché sarebbe bello che una spallata, magari quella definitiva, politica molto prima che giudiziaria, la dessimo proprio noi al capo supremo di questa telecrazia autoritaria, eversiva e misogina.

Quel che accade del nostro Paese offende  le donne, ma anche gli uomini che non si riconoscono nella miseria della rappresentazione di una sessualità rapace e seriale, nello squallore di una classe dirigente che ha fatto dell’eversione di ogni regola e nel sovvertimento di qualunque verità il suo tratto distintivo. Ed è anche a questi uomini che chiediamo di essere con noi sabato 29. Per ribadire insieme che “un’altra storia italiana è possibile”.

Grazie alle numerose adesioni che stiamo ricevendo in questi giorni abbiamo deciso di organizzare, durante la mobilitazione di sabato, un reading delle motivazioni che ci spingono e vi spingono a partecipare a quest’iniziativa. Se volete che la vostra testimonianza venga condivisa durante la manifestazione, mandateci la vostra opinione a questa mail: dinuovo.milano@gmail.com

3 thoughts on “Milano scende in piazza il 29 gennaio con la manifestazione: “Un’altra storia italiana è possibile”‏

  1. Berlusconi a casa? Oltre ad un punto d’arrivo deve essere soprattutto un primo momento di un lavoro ben più lungo, per ridare dignità a questo Paese: troppa gente, nonostante tutto, ammira ancora l’attuale presidente del consiglio e vorrebbe essere come lui. Donne, e uomini, siete avvisati!!!

    "Mi piace"

  2. Pingback: Non vendiamo solo prodotti | Donald Draper

  3. Ci scrive Lucia:
    “ho 77 anni. sono una donna lo stesso. Completa, attiva e molto arrabbiata. Certo che ci sarò, in Piazza Scala. Anche se tutte le altre volte che ci sono stata, da Piazza Loreto in poi, non ho mai contato un granché, Ma almeno essreci, si può, e si deve.”
    Lucia Mosca

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...