Vibo Valentia, donna muore di parto. Aperta inchiesta, Fazio invia ispettori

Eleonora Tripodi, 33 anni, era stata sottoposta a cesareo in una clinica privata. La placenta è fuoriuscita dall’utero provocando un’emorragia. La puerpera è stata portata all’ospedale, ma in rianimazione non c’era posto. Vana la corsa verso Lametia Terme

VIBO VALENTIA – Un altro caso di presunta malasanità nel vibonese. Eleonora Tripodi, 33 anni, di Santa Domenica di Ricadi, è morta ieri dopo un parto cesareo, il terzo, praticato nella clinica privata Villa dei Gerani. La bambina che ha dato alla luce in una clinica privata per fortuna sta bene, ma non conoscerà mai la madre.

Durante il parto la placenta è fuoriuscita dall’utero provocando un’emorragia e la donna è stata subito trasportata in ospedale. Ma nel reparto di rianimazione dello Jazzolino di Vibo Valentia non c’erano posti e così Eleonora Tripodi è stata caricata sull’ambulanza per andare all’ospedale di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. La corsa è stata inutile: durante il tragitto la donna è morta.

Sul caso la Procura di Vibo Valentia ha aperto un fascicolo. Sono stati gli stessi sanitari della clinica a informare dell’accaduto i carabinieri, i quali, a loro volta, hanno avvertito il pm di turno della Procura di Vibo Valentia, Fabrizio Garofalo, che ha disposto il sequestro della cartella clinica. Il magistrato ha anche deciso di  sottoporre ad autopsia il corpo di Eleonora Tripodi. Domani conferirà l’incarico al medico legale.

La famiglia della donna ha nominato come legale l’avvocato Giovanni Vecchio, secondo il quale la Tripodi “stava male da tempo e aveva chiesto di essere sottoposta subito a parto cesareo. Richiesta non accolta dai sanitari della clinica Villa dei Gerani, secondo i quali era ancora troppo presto”.

Da parte loro, i medici della clinica hanno sottolineato la “gravità delle condizioni” della puerpera, dicendo di “avere fatto di tutto per salvarla” e definendo “rarissimo” il suo caso. La fuoriuscita della placenta dall’utero ha infatti provocato l’infiltrazione degli organi vicini.

“Come Commissione d’inchiesta sugli errori sanitari, chiederemo al presidente della Regione Calabria con deleghe alla sanità, Giuseppe Scopelliti, una relazione dettagliata sulle circostanze che hanno portato al decesso, con ogni informazione utile per individuare eventuali responsabilità personali e disfunzioni organizzative o strutturali. E’ scandaloso che in Italia si continui a morire nel momento in cui si mette al mondo un figlio”, ha detto il presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari, Leoluca Orlando, commentando la morte della giovane donna.

“Bisogna monitorare l’area di assistenza sanitaria intorno a Vibo Valentia. Non è possibile, al di là del singolo caso, che sia un ‘porto franco’ per ogni possibile inefficenza sanitaria, spesso mortale”, ha detto il senatore Michele Saccomanno, capogruppo Pdl della commissione sul Sistema sanitario nazionale, riferendosi alle morti sospette verificatesi nelle strutture sanitarie 3 della zona in passato. “Credo che, come Commissione d’inchiesta sull’efficienza del sistema sanitario nazionale, si debba intervenire con severità nell’interesse degli abitanti dell’area e di chi si trova di passaggio”, ha aggiunto Saccomanno.

Gli ispettori di Fazio. Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha disposto l’invio degli ispettori del ministero nelle strutture sanitarie calabresi coinvolte nella vicenda. Il provvedimento è stato preso “per verificare l’appropriatezza delle procedure effettuate e della corretta gestione dell’emergenza”.

da la Repubblica del 21 agosto 2010

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#SFF2016

4/5/6 novembre 2016 - Chiostro "Nina Vinchi" - Piccolo Teatro Grassi - Milano

Donne della realta's Blog

Dove sono finite le donne che lavorano, che studiano, che coltivano i sogni con la fatica, che cercano di non piegarsi alla precarietà?

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

agoradellavoro

Per incontrarsi, ribellarsi, progettare. Accade a Milano

blogcartebollate

il blog di CarteBollate

il ricciocorno schiattoso

ci sono creature fantastiche, ma è difficile trovarle

Impariamo la Costituzione

un articolo a settimana

Rage against the world

Noi vogliamo uguaglianza con ogni mezzo necessario

dubbi(e)verità

Dubbi e verità o Dubbie verità?

slanthings

we live in an age when unnecessary things are our only necessities

the POP CORNERS

Pop corn d'angolo

Se Non Ora Quando Milano

Se non le donne chi?

RIHLA SAIDA

photoblog of a restless wanderer

Libreria delle Donne Bologna

"C'è tutto ciò che c'è quando ha tutto ciò che ha dove c'è quello che c'è" (G. Stein)

Aspettare stanca

per una presenza qualificata delle donne in politica e nei luoghi decisionali

giustizia mediazione civile

giustizia e mediazione civile

cronichlesofmari

the open diary of mari key

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: