In occasione del convegno “Donne in Tv e nei media”: Napolitano, arginare il disprezzo alla dignità della donna

“Non intendo entrare nel merito degli strumenti pratici da voi proposti, ma è certamente importante che si ponga un argine a questo dilagare della tendenza alla sottovalutazione o all’aperto disprezzo della dignità femminile, educando fin dall’infanzia i giovani al rispetto delle donne, le ragazze a pretenderlo e ancor di più i ragazzi a esprimerlo”.

da RaiNews24

Roma, 15-04-2010 – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del convegno “Donne in Tv e nei media: un nuovo corso per l’immagine femminile”, ha inviato al Presidente del Comitato per le Pari Opportunita’, Mirella Ferlazzo, un messaggio di apprezzamento per l’iniziativa: “Mi fa piacere rinnovarvi l’augurio di riuscire a raggiungere un obiettivo che – come sapete – condivido. Mi riferisco al rispetto che le donne devono esigere in ogni ambito: nella famiglia, nella scuola, sul luogo di lavoro, in politica. E’ questo il richiamo che ho rivolto in occasione della cerimonia dell’8 marzo di quest’anno al Quirinale dedicato alle donne di domani, sollecitando le adolescenti che si apprestano ad entrare nell’eta’ adulta a esigere il rispetto della loro dignita’ di donne.

L’impegno a rimuovere gli ostacoli che limitano la liberta’ e l’uguaglianza dei cittadini, contenuto nell’articolo 3 della nostra Costituzione, cosi’ come la richiesta rivolta dall’articolo 117 alle leggi regionali di rimuovere ogni ostacolo che impedisce la piena parita’ tra donne e uomini, si riferiscono ovviamente anche al diritto ad ottenere uguale rispetto e dignita’ per i cittadini di entrambi i sessi. E’ evidente che la comunicazione di un’immagine della donna che risponda a funzioni ornamentali o che venga offerta come bene di consumo offende profondamente la dignita’ delle donne italiane. Non solo: questo stile di comunicazione nei media, nelle pubblicita’, nel dibattito pubblico puo’ offrire un contesto favorevole dove attecchiscono molestie sessuali, verbali e fisiche, se non veri e propri atti di violenza anche da parte di giovanissimi.

Non intendo entrare nel merito degli strumenti pratici da voi proposti, ma e’ certamente importante che si ponga un argine a questo dilagare della tendenza alla sottovalutazione o all’aperto disprezzo della dignita’ femminile, educando fin dall’infanzia i giovani al rispetto delle donne, le ragazze a pretenderlo e ancor di piu’ i ragazzi a esprimerlo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...