Il Filo di Arianna: su Nuova Ecologia un dossier sul rapporto fra ambiente e pensiero femminile

da La Nuova Ecologia

Donne 2.0

In Legambiente nasce il social network “Donne ambientaliste”. «Lo spunto ci è venuto dal web…». E sulla Nuova Ecologia esce un dossier dedicato al rapporto fra ambiente e pensiero femminile

di Elisabetta Galgani
In Legambiente è stato fondato un social network che si chiama Donne ambientaliste in cui si mettono in circolo pratiche, idee e progetti per l’associazione. L’idea è stata “rubata” a Francesca Sanzo, esperta di comunicazione web, blogger e comunicatrice nella pubblica amministrazione di Bologna. Il social network che ha fondato è http://donnepensanti.wordpress.com/.
Come è nato?
Di fronte a questa emergenza culturale sull’uso delle donne in politica, mi sono detta che si poteva trarre il meglio dall’esperienza di condivisione della Rete e far nascere un progetto che dal virtuale entrasse nel reale. Così è nato il social network e il sito web ed è partita l’iniziativa “Testimonia il femminile” per la pubblicazione di un libro in self publishing composto dalle testimonianze che ci stanno arrivando.
Qual è lo scopo del blog? Ci sono delle attività in corso?
Donne Pensanti ha 3 supporti digitali. Li chiamo “supporti” perché lo scopo è quello di fare nel mondo reale, usando gli strumenti aggregativi e di condivisione di idee (a costo zero) che fornisce la rete. C’è un social network: http://donnepensanti.ning.com dove chiunque può mettere in gioco le proprie competenze, fare proposte, aprire discussioni e portare avanti iniziative locali. All’interno del social ci sono dei gruppi cittadini che si incontrano e realizzano iniziative ad hoc, contestualizzate con il territorio. Il blog http://donnepensanti.wordpress.com è il contenitore della prima iniziativa di dp: Testimonia il femminile. Entro l’8 marzo tutti coloro che vorranno (uomini e donne), potranno inviarci una testimonianza, narr-azione su un femminile diverso da quello narrato dai media tradizionali. Verrà pubblicata sul blog e successivamente troverà spazio in un libro che pubblicheremo in self publishing.
Che ruolo ha la rete, il web in questo momento?
Il web è fondamentale. Grazie agli strumenti “social” stiamo imparando quanto una conversazione possa generare una rete di contatti e come si possa scegliere di diffondere anche contenuti di qualità. Attraverso la rete si possono creare dialoghi con persone che hanno interessi simili e si possono mettere in campo tante competenze diverse. Il tutto a costo zero. La rete ha anche il grande merito di aver ridato respiro – attraverso i blog – alle narrazioni. Condividere vissuti ci dà la percezione del fatto che si può ancora agire a livello collettivo per un fine comune. Oggi in rete si può fare quella che io chiamo “resistenza attiva 2.0”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...